Come dividere la carne sacrificata (Udhiyah)

Discussion in 'Fiqh - Giurisprudenza Islamica' started by um muhammad al-mahdi, Apr 28, 2008.

  1. um muhammad al-mahdi
    sunnah
    Offline

    um muhammad al-mahdi لا اله الا الله محمد رسول الله Staff Member

    Joined:
    May 17, 2007
    Messages:
    3,425
    Likes Received:
    345
    Trophy Points:
    93
    Gender:
    Female
    Location:
    England
    Home page:
    Ratings Received:
    +537 / 3
    Come dovrebbe essere divisa la Udhiyah (carne sacrificata) tra la parte che deve essere mangiata e quella che deve essere data in carità?

    Domanda:
    Come dovrebbe essere divisa la Udhiyah (carne sacrificata)?

    Risposta:

    Lode ad Allah.

    Il comando di dare la carne del sacrificio in carità è segnalato in un certo numero di hadith, cosi’ come il permesso di mangiarne una parte e conservarne l’altra.

    Al-Bukhaari e Muslim hanno riferito che 'Aa'ishah (che Allah si compiaccia di lei), ha dichiarato: "Alcune famiglie povere tra la gente del deserto vennero a Madeenah in occasione dell’' Eid al-Adhaa al tempo del Messaggero di Allah :saw:. Il Messaggero di Allah :saw: disse: 'Tenete una quantita’di carne che possa bastare per tre giorni e date il resto in carità.' Dopo di che, dissero, 'O Messaggero di Allah, la gente ha creato delle borracce con le pelli degli animali sacrificati, ed hanno reso il loro grasso. Il Messaggero di Allah :saw: disse: 'Che intendete?' Dissero, 'Ci hai vietato mangiare la carne sacrificata dei nostri animali, dopo tre giorni.' :saw: disse 'vi ho vietato di farlo per le persone che sono venute, ma ora mangiatene una parte, conservatene un’altra e datene anche una parte in carità. ' "(Muslim, 3643).

    Al-Nawawi ha detto, commentando questo Hadith: "La frase 'Vi ho vietato di farlo per le persone che sono venute' si riferisce ai poveri beduini che andarono a Madeenah, cosi’ che potessero essere aiutati. 'Reso' significa che fusero il grasso degli animali (per essere conservato ed utilizzato).


    La frase 'Vi ho vietato di farlo per le persone che sono venute, ma ora mangiatene una parte, conservatene un’altra e datene anche una parte in carità'’ è una chiara indicazione che tale divieto di tenere la carne per piu’ di tre giorni non è più applicabile; è anche un comando di mangiarne una parte e darne l’altra in carità. Per quanto riguarda la parte che deve essere data in carità, se si tratta di un sacrificio volontario, allora è obbligatorio darne una parte in carita’, secondo l'opinione che i nostri compagni hanno considerato corretta. E 'preferibile [mustahabb] che la maggior parte di essa sia data in carità. Dissero: «per lo meno, un terzo dovrebbe essere mangiato, un terzo dovrebbe essere regalato ed un terzo dovrebbe essere dato in carità. Vi è un altro parere che sostiene che una meta’ sia mangiata e l’altra sia data in carita’. Questa differenza di opinione riguarda la quantita’ considerata mustahabb. Per quanto riguarda le altre parti dell 'animale, va bene che siano date in carità. E mangiarne è mustahabb ma non è waajib (obbligatorio)… La maggior parte degli studiosi ha interpretato questo comando (vale a dire il verso (significato): 'Mangiatene voi stessi……' [al-Hajj 22:28 e 36 ] sostenendo che implica un incoraggiamento o permesso, soprattutto dato che questi versi sono stati rivelati dopo che era stato vietato ".


    Maalik ha detto: "Non c'è limite a ciò che può essere mangiato o dato in beneficenza o utilizzato per nutrire i poveri o ricchi, se si vuole dare cotto o non cotto." (Al-Kaafi, 1 / 424). Gli Shaafa'i hanno detto che è mustahabb darne la maggior parte in carità, ed hanno detto: "Almeno un terzo di essa può essere mangiato, ed un terzo dato in carità, ed un terzo dato via come regalo." Hanno detto che la metà può essere mangiata, ma è più corretto dare una parte di essa in carità. "(Nayl al-Awtaar, 5 / 145; al-Siraaj al-Wahhaaj, 563). Ahmad ha detto: "Siamo d'accordo con l’Hadith di 'Abd-Allaah (Ibn' Abbaas – che Allah si compiaccia di loro): 'Dovrebbe mangiarne egli stesso un terzo , con un terzo sfamare chi vuole, e darne un terzo in carità. "(segnalato da Moosa Abu al-Isfahaani in al-Wazaa'if; egli ha detto che è un Hadith Hasan. Questo è anche il parere di Ibn Mas'ood ed Ibn 'Umar. Non c’è conflitto riconosciuto tra i Sahaabah. Al-Mughni, 8 / 632).

    Il motivo per cui vi è una divergenza di opinioni sul modo in cui dividere il sacrificio è perchè sono stati riportati diversi modi che sono in conflitto tra loro, ed alcuni sono stati raccontati senza specificarne una determinata quantita’, come ad esempio cio’ che è stato riportato da Buraydah (che Allah sia soddisfatto di lui) che ha detto: "Il Messaggero di Allah :saw: ha detto: 'Ti avevo proibito di mangiare dalla carne sacrificata per più di tre giorni in modo che coloro che potessero avrebbero potuto darlo ai poveri, ma ora puoi mangiarne come vuoi, sfama qualcuno con essa, e conservane una parte. ' "(segnalato da al-Tirmidhi, 1430; egli ha detto che è un Hadith Saheeh Hasan). Gli studiosi tra i Compagni del Profeta l’hanno seguito. Ed Allah ne sa di piu’.

    Islam Q&A
    Sheikh Muhammad Salih al-Munajjid


    traduzione di Ukht1 - che Allah mi perdoni per qualsiasi errore insh'Allah

Share This Page