Islam in Italia

Discussion in 'Discussioni Generali' started by Raquel, Mar 27, 2008.

  1. Raquel
    Offline

    Raquel New Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    9
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Occupation:
    Again Student for in scha Allah only 2 years!
    Location:
    I live in Germany
    Ratings Received:
    +0 / 0
    :salam2: fratelli e sorelli
    non sono italiana pero il marito di mia madre e italiano e per questo so parlare non tanto bene ma un poco il italiano.
    io voleva sapere come e la vita en Italia come musulmane?
    baraka allahu fikum!

    Raquel (rachele) <- ;)
  2. Aisha muslima
    Offline

    Aisha muslima Junior Member

    Joined:
    Aug 14, 2007
    Messages:
    124
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Location:
    Italia
    Home page:
    Ratings Received:
    +0 / 0
    :salam2:

    Non ti preoccupare sorella, ti capiamo benissimo! Io sono italiana e vivo in italia, appunto. Vivere qui da musulmana ha i suoi pro e contro. I pro che tutto sommato c' è libertà di praticare la propria fede. Nessuno ci vieta di utilizzare l' hijab a scuola o sul lavoro, per esempio. I contro, penso parecchio più numerosi, sono che non c' è ancora un Islam forte e ben sviluppato come in Inghilterra, ci sono molti personaggi che insegnano ma che dovrebbero imparare loro per primi cos' è la religione (qualcuno si salva, alhamduliLlah!); avere una moschea decente è diventato quasi impossibile, così come avere un luogo dove insegnare un minimo di lingua araba e di cultura ai nostri bambini; la gente assieme alla quale viviamo quotidianamente non sa nulla della nostra religione e ci critica pesantemente spesso e volentieri (comunque parlo in generale, infatti ci sono anche moltissime brave persone, aperte e che ci comprendono benissimo); lo stato non ci ha ancora riconosciuto come religione.... Insomma un mezzo disastro hehe!

    Sabr, il nostro dovere da musulmani è quello di far capire agli altri il vero Islam, affinchè la gente non abbia più paura di noi e della nostra religione. E far capire loro che non ha motivo di averne, perchè noi, seguendo l' esempio del Profeta :saw: , abbiamo il preciso dovere davanti ad Allah subhanaHu wa ta'Ala di comportarci nel migliore dei modi, di non fare del male a nessuno ma anzi, di fare del bene a tutti coloro che ci circondano.

    :salam2:
  3. umomarskate
    Offline

    umomarskate Junior Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    56
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Ratings Received:
    +0 / 0
    essere musulmani non è così difficile in Italia, ADESSO. Lo era di più quanto io sono tornata all'Islam e si faceva fatica non solo a trovare testi in italiano ma proprio a trovare TESTI. E le macellerie islamiche erano un sogno proibito e chiedere un giorno di permesso dal lavoro per festività religiosa era utopia. Non che sia tutto rose e fiori, i pregiudizi ci sono e ben radicati, ma qualcuno proprio ridicolo come quello che mi viene sempre riproposto per SAUM RAMADAN (tutti gli anni immancabile come l'influenza, c'e' sempre qualcuno che mi dice: ma come mai dici digiunare ma mica è vero!! DI NOTTE FATE I CENONI DI CAPODANNO)
  4. carolino2
    Offline

    carolino2 New Member

    Joined:
    Mar 31, 2008
    Messages:
    17
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Ratings Received:
    +0 / 0
    possiamo essere migliori?

    assalamu aleikum mi chiamo Sara sono italiana, ho 28 anni e attualmente abito in Marocco insieme a mio marito e ai miei 2 figli.Quando sono partita per il marocco ho pensato che avrei vissuto in un paese dove veramente si respirava l'aria dell'islam.Io non voglio fare di un' erba tutto un fascio, ma sono rimasta scioccata di vedere dei compartamenti che normalmente sarebbero attribuito a dei non-credenti.Allora io mi chiedo: se i kafirin hanno la scusa di essere kafirin per fare tutto quelo che vogliono ,noi che scusa abbiamo?ormai sono 10 anni che sono ritornata nella verita' e so di non essere perfetta ,e nel mio piccolo cerco di essere una buona mamma e di essere un esempio costante nella vita dei miei figli.InshAllah spero che qualcuno risponda a questo quesito.Sara Mohammedia Maroc. SE ce qualche sorella italiana residente qui in Marocco non esiti a contattarmi.A forza di parla il dialetto del posto e il francese incomincio a dimenticare l'italiano e come si dice qui.....bsleemaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!(ciao!!!!!!!!!!!!!!!!!)
  5. Ismail Albani
    Offline

    Ismail Albani Tasfiyah wa Tarbiyah

    Joined:
    Oct 3, 2007
    Messages:
    450
    Likes Received:
    42
    Trophy Points:
    38
    Gender:
    Male
    Ratings Received:
    +43 / 0
    وعليكم السلام ورحمة الله وبركاته sorella, e benvenuta.

    La situazione è come l'hai descritta purtroppo dappertutto (tranne certi paesi, comunque molto meglio lì che qui; e in effetti il Profeta :saw: ci ha avvisati), ti consiglio di continuare a fare ciò che stai facendo, ad essere un esempio di musulmana per Allah, educando i figli ad amare Allah Jall wa A'la e il Suo Inviato :saw: (cioè, seguendo l'Islam nella forma trasmessa), e non dare retta alla gente, consiglia coloro che puoi, se accettano il consiglio alhamdulillah, poi ognuno risponderà per se stesso.

    Il Profeta :saw: ha detto:"Chi imita un popolo è uno di loro"

    E la parola del Tabarake wa Ta'ala:

    1. Per il Tempo!
    2. Invero l’uomo è in perdita,
    3. eccetto coloro che credono e compiono il bene, vicendevolmente si raccomandano la verità e vicendevolmente si raccomandano la pazienza. [Al-'Asr:1-3]

    :salam2:
  6. um muhammad al-mahdi
    sunnah
    Offline

    um muhammad al-mahdi لا اله الا الله محمد رسول الله Staff Member

    Joined:
    May 17, 2007
    Messages:
    3,425
    Likes Received:
    345
    Trophy Points:
    93
    Gender:
    Female
    Location:
    England
    Home page:
    Ratings Received:
    +537 / 3
    :salam2: sorella!

    Marhaba! Insh'Allah ti troverai bene qui! :)

    Concordo con quello che il fratello Ismail ti ha detto. Abbi tanta pazienza e sii tu stessa un buon esempio insh'Allah!

    So cosa intendi cmq, io "frequento" il paese vicino: l'Algeria ed anche li si vedono cose da mettersi le mani nell'hijaab :hijabi: ... sab'r! Non preoccuparti per il tuo italiano, ti capisco! Spero di rileggerti presto insh'Allah!
  7. Raquel
    Offline

    Raquel New Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    9
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Occupation:
    Again Student for in scha Allah only 2 years!
    Location:
    I live in Germany
    Ratings Received:
    +0 / 0
    :salam2: ukht1,

    subhanallah!
    A dispetto di tutto penso che un paese islamico e meglio che un paese dove mai puo sentire il adhaan.

    La cosa che fanno le musulmane li che non e d'il islam sono cose tra loro e Allah.
    Poi e pure carita di Allah che noi potiamo vedere. La cosa piu importante in la tua situazione chissa e la da3wa.
    Sto sicura que la gente non sapeno di la verita. La gente hanno perduto a Allah subhanahu wa ta'ala. e molto triste che la gente sono cosi.
    Si senti che vuoi un cambiamento dove tu abita, puo fare da3wa e dua. Sto sicura che tutto va bene in futuro.
    Qui in Germania tutto e miglio che prima perche c'e molto da3wa.

    Spero che capisci mi italiano :shymuslima1:

    che Allah ti assista!Amin!!
    :salam2:
  8. Abdullah1980
    Offline

    Abdullah1980 Junior Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    48
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Male
    Ratings Received:
    +0 / 0
    :salam2:

    Ciao sorella Raquel,

    se posso dirti la mia sulla realtà italiana, o meglio su quella bolognese, c'è da mettersi le mani nei capelli. Le ragazze musulmane con cui ho avuto modo di relazionarmi in passato non indossano l'hijab e se lo indossano lo fanno per compiacere i loro genitori, per abitudine, o per "ragioni culturali". Non ricordo l'ultima volta che ho visto un musulmano con la barba. Mi è invece capitato di vedere "musulmani" che fumano, che vestono in modo inappropriato oppure fare in mia presenza discorsi che mi hanno messo in forte imbarazzo.
    Prego per tutta questa gente affinchè si ravveda. Prego affinchè Allah mi dia la forza di intraprendere la strada che mi ha indicato.

    Un fraterno saluto a te ed a tutti i fratelli e le sorelle che vivono in Germania.

    :salah:
  9. umomarskate
    Offline

    umomarskate Junior Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    56
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Ratings Received:
    +0 / 0
    :salam2: Sai, caro Stefano, a volte si sbaglia per "l'ansia" di sentirsi integrati e ti assicuro che ho visto più di un fratello rasarsi il viso e togliere la barba proprio per conservarsi il lavoro e mantenere la famiglia. Un pò di buonsenso basterebbe, ma spesso, bombardati dalla tele e dai giornali che danno un'immagine sbagliata del musulmano, nella vita di tutti i giorni, si cerca il danno minore.... sarebbe bello poter mantenersi saldi ai propri principi sempre e comunque, ma quando a casa hai de figli piccoli da far crescere, devi "abbozzare". purtrppo è la cruda realtà. Per questo, appena potrò cercherò di emigrare in un paese islamico...
  10. Musa abu A'isha
    Offline

    Musa abu A'isha Aussie Muslim

    Joined:
    Aug 22, 2007
    Messages:
    111
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Male
    Location:
    Australia
    Home page:
    Ratings Received:
    +0 / 0
    Non bisogni andare in altro paese, ci sono tanti paesi 'Islamici' dove non si puo crescere la barba, o la donna non puo coprire la sua testa (come Tunisia) o dove ti mettono in prigione se apri la bocca e dici qualcosa..

    Qui in Australia abbiamo piu' liberta' di tutti i paesi, cosi' credo e cosi' dice tutta la gente qui. Tutti che vengono qui sono contenti.

    Vi ricontaro' una storia che è passato qui in Melbourne.
    C'era una fabbrica nuova, quasi tutti i lavoratori erano Musulmani, e il capo della fabbrica era un ebreo.
    Quando era avvicinando la mese di Ramadhaan, il capo ha chiamato tutti i lavoratori nel suo ufficio e li ha chiesto - 'Chi di voi stara' digiunando nel mese di Ramadhaan?'
    Un gruppo che avevano paura di perdere i suoi posti di lavoro hanno deciso che non vorrebero digiunare. Un altro gruppo hanno deciso che vorrebero digiunare segretamente, avevano paura pure di perdere i suoi posti di lavoro. Il gruppo ultimo avevano deciso di digiunare tutto il mese e hanno dichiarato questo al capo ebreo.
    Il capo ha rispondato 'Voi che non digiunate, avete perso i suoi posti di lavoro, dopo oggi non tornate piu' qui. Voi che digiunate rimaraste qui durante Ramadhaan e dopo. Chi non ha paura di suo dio non avra' paura di suo capo. E chi non ha paura di suo capo non lavorara' a suo meglio.'

    Allaahu Akbar, se facciamo cosa vuole Allaah, Allaah ci aiutera'!
  11. umomarskate
    Offline

    umomarskate Junior Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    56
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Ratings Received:
    +0 / 0
    grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! questa è una storia che mi dà più coraggio di mille discorsi , sono sempre più felice di aver trovato questo sito...però resto della mia idea, voglio andare ad abitare in un Paese dove mi sveglio con l'adhan....
  12. um muhammad al-mahdi
    sunnah
    Offline

    um muhammad al-mahdi لا اله الا الله محمد رسول الله Staff Member

    Joined:
    May 17, 2007
    Messages:
    3,425
    Likes Received:
    345
    Trophy Points:
    93
    Gender:
    Female
    Location:
    England
    Home page:
    Ratings Received:
    +537 / 3
    :salam2: um omar! :hijabi:

    Sono d'accordo con te! Hijirah è un nostro dovere insh'Allah!!
    PS: tu e famiglia avete gia' un'idea di quale paese?
  13. umomarskate
    Offline

    umomarskate Junior Member

    Joined:
    Mar 27, 2008
    Messages:
    56
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    0
    Gender:
    Female
    Ratings Received:
    +0 / 0
    veramente no....per lavoro sono stata in Giordania e in Marocco.....staremo a vedere in sha' Allah dove potrò finalmente essere ME STESSA senza dover spiegare ogni 10 minuti (no, dai adesso esagero! il mio modo di fare!)
  14. Agar76
    Offline

    Agar76 Member

    Joined:
    Aug 14, 2009
    Messages:
    9
    Likes Received:
    0
    Trophy Points:
    11
    Gender:
    Female
    Location:
    italia
    Ratings Received:
    +0 / 0
    assalamu alaikum

    cara sorella sara.Mi ha colpito cio che hai scritto...io ho avuto l'esperienza di lasciare tutto e vivere in egitto-rilasciare tutto e ricominciare da 0 in italia.qui in Italia era difficile vivere da italiana mussulmana perche la cosa proprio ancora non viene capita...spesso ti trovi a dover andare a ritroso ad elencare da quante generazioni sei italiana,la domanda comincia sempre con-parli bene l'italiano!-se rispondi-sono italiana-ti chiederanno da quanto tempo..e così via.le scuole hanno programmi che non sempre condivido..mi oppongo alla lezione di flauto,i miei figli cercano di uscire durante la proiezione di certi film..che io non guardavo neanche da maggiorenne cristiana,non ho il piacere di poter frequentare una moschea,i miei figli sono rimasti senza feste perche non so qui come festeggiare le nostre,mentre il natale capodanno alloween ecc..si fanno sentire prepotentemente dalla tv,dalla scuola,dai parenti,dalla città stessa, dai supermercati.In Egitto?c'era l'adhan sempre..le moschee..le feste,la scuola solo se privata inglese o italiana..ma comunque sei criticata se metti un certo vestito troppo islamico fa contadino,l'uomo con la barba fa straccione..e tanta tanta ipocrisia e comunque parolacce musica droga video osceni magia ormai dilagano in tutto il mondo anche in questi paesi.la differenza è che qui capivo.non è il loro credo ed è una cosa ancora nuova..ma li dovevano essere la mia umma..qui dico a mio figlio-non fai il natale (xesempio)xche sei mussulano e il tuo amico no-ma li non fai il natale xche sei mussulmano e il tuo amico pure ma lo fa..xme era difficile non dimeno di crescerli qui.frequento inoltre un amica ita che vive a londra ema ha deciso di vivere inAlgeria dove cmq le cose che racconta sono simili,un altra amica va spesso in marocco ma e inorridita...a conclusione...ogni paese è sia bello che brutto,sia c'è del buono che del cattivo,in ogni paese ci sono fedeli di + religioni atei e ipocriti in modo del tutto mescolato.incontro così l'islam nel mio cuore,vivo dove vuole ALLAH L'ALTISSIMO,oggi qui domani non so,faccio della mia casa la gola della montagna in cui rifugiarmi se la società è corrotta..e trasmetto questo ai miei figli,ogni paese è nostro e in ogni paese viviamo da stranieri.non credo esista 1" paese islamico" in cui dover andare xfare meglio l'Islam.Siamo apprezzati e criticati in qualsiasi paese.Che ALLAH ci guidi ci perdoni e ci porti in PARADISO dove tutti i fratelli e le sorelle di tutto il mondo potranno vivere immersi nell'islam dentro e fuori liberi da ogni ipocrisia miscredenza critica e oppressione o forzatura,e che ALLAH guidi all'ISLAM tutte le persone che amiamo e che ancora non vedono..inchaALLah BISMILLAH. un grandissimo saluto:hijabi:
  15. hayat84
    Spaced
    Offline

    hayat84 I'm not what you believe

    Joined:
    Jan 4, 2010
    Messages:
    2,096
    Likes Received:
    70
    Trophy Points:
    58
    Gender:
    Female
    Occupation:
    housewife,Islam-spreader
    Location:
    Italy
    Ratings Received:
    +169 / 4
    salam 'alikum sorella!anche io ho la residenza in marocco,vicino rabat,ma per il momento viviamo in italia x motivi di lavoro...ho 2 figlie di 24 e 10 mesi,ma appena partorisco il terzo figlio in sh allah vado a stare là.ti dirò onestamente che il Marocco,seppur non sia un esempio di Islam,almeno è pieno di moschee.la cosa in cui quel paese pecca,è la corruzione della polizia.lì appena vedono qualcuno arrivare dall'estero con un mezzo di trasporto nuovo,fanno di tutto pur di portarti via i soldi che ti sei sudato per molti mesi.mio marito,che ora è in marocco per trovare un suo familiare malato, ha avuto la stessa amara sorpresa alla dogana di tangeri.gli hanno controllato il furgone e gli hanno fatto pagare una sovrattassa,anche se non c'è una legge che regola queste cose.Io ho una fermezza tale che se anche i miei figli crescessero in Italia,non si allontanerebbero dalla religione che insegno loro:il problema me lo farebbero le istituzioni,che mi accuserebbero di essere una madre che "obbliga" le figlie a coprirsi e a non festeggiare le ricorrenze cattoliche e a non mangiare la carne di maiale...Qua in italia c'è il caos più totale,non cè vergogna,pur di far spendere soldi alle famiglie,si inganna i loro figli con la favola del Babbo Natale,mentre noi musulmani lo sappiamo bene cos è vero e cosa no,ma ci tocca far finta di niente.anche in Marocco ci sono i locali,i cinema e i ristoranti...ma che me ne importa di quei posti!?ho la moschea sotto casa e se voglio mangiare qualcosa,bastano pochi Dirham.un pane con carne macinata e un bicchiere di the alla menta e spendi solo5 dirham!!!che me importa se in marocco ci sono i pochi di buono,in Marocco sento l'Islam molto più che in Italia,dove se parli con qualcuno,lo fai solo per ottenere,zitto zitto,quello che vuoi...secondo te perchè siamo ancora in Italia?a parte un terzo figlio in arrivo,ci sono gli incentivi statali per i nuovi nati,un lavoro che se non alzi la testa,ti pagano bene e tante altre cose che sfruttiamo solo perchè ci fanno comodo.in Marocco purtroppo l'economia è un pò strozzata,poichè dove vive il Re c'è sempre tutto pulito,mentre se metti un occhio nei vicoli poveri,trovi gente che chiede l'elemosina.anche io sogno di svegliarmi una mattina in un Paese dove c'è l'Adhan e dove si trova la pace...Io mi sono sempre immaginata alla Mecca:da quando sono diventata muslima,ho il chiodo fisso,nel senso che in un modo o nell'altro ci devo andare(in sh Allah) per stabilirmi là e morire là,vicino alla casa di Allah,che credo sia l'unico luogo in cui si possa sentire il profumo dell'Islam.
    Quando mi sento lontana dal mio Paese(che reputo essere il Marocco)mi prende la nostalgia,poi mi metto a leggere il Corano e mi lascio andare in pianti inconsulti,mentre i brividi mi percorrono lungo la schiena.è una sensazione forte,che mi dà fiducia in un domani in cui i musulmani non saranno solo una "macchia nera" nella società miscredente,ma al contrario,un domani spero che l'Islam diventi un vero e proprio "morbo"(in senso positivo)e diventi la sola religione...Forse sono uscita dal tema,ma non l'ho mai potuto confidare a nessuno:la mia testa ragiona come ai tempi del profeta Muhammed(SAWS),in cui<o con me o contro di me>,ma la cosa migliore è lasciare tutto nelle mani di Allah.chissà magari ci incontreremo in Marocco!
  16. hayat84
    Spaced
    Offline

    hayat84 I'm not what you believe

    Joined:
    Jan 4, 2010
    Messages:
    2,096
    Likes Received:
    70
    Trophy Points:
    58
    Gender:
    Female
    Occupation:
    housewife,Islam-spreader
    Location:
    Italy
    Ratings Received:
    +169 / 4
    :salam2:
    è passato più di un anno dal mio ultimo post in questo thread e sono già diventata mamma per la quarta volta!passa il tempo!!!secondo le mie ultime riflessioni,trovo che in Italia ci sia di tutto,a partire dal modo con cui divertirsi in locali,discoteche...e poi ci sono parecchi luoghi in cui le coppie sposate e non frequentano altre coppie commettendo adulterio,ci sono i locali gay...la lista è lunga,ma quello che in Italia scarseggia è la curiosità verso l'Islam.vedo molte persone estrnearsi dal nostro modo di vivere.sembra assurdo,ma inocmincio anche a vedere molte donne arabe musulmane che per "esigenze professionali"si astengono dall'indossare il velo.vedo una negazione lenta dell'Islam.naturalmente chi non è d'accordo può dissentire da quanto ho scritto,ma a distanza di un anno,a base delle mie esperienze e ricerche,mi sento di dire che qua in Italia si "vende fumo" e basta.ci sono solo illusioni,si parla di una "manovra finanziaria" da mesi e i cittadini ormai stanchi di pagare di tasca loro i malfatti di qualcuno più in alto,si dimenticano di tutto.ci manca solo che la politica italiana si intrometta nella nostra religione con l'intenzione di fare qualcosa sull'integrazione,come ad esempio una tassa su ogni musulmano straniero/italiano,in modo da riempire le sue tasche.(quelle dello Stato!):lol:
  17. Italiano
    Offline

    Italiano Junior Member

    Joined:
    Sep 3, 2011
    Messages:
    87
    Likes Received:
    10
    Trophy Points:
    18
    Gender:
    Male
    Location:
    Italy
    Ratings Received:
    +18 / 0
    Non dirlo troppo forte Hayat, con questi chiari di luna sarebbero disposti a tutto pur di far cassa... :(
  18. hayat84
    Spaced
    Offline

    hayat84 I'm not what you believe

    Joined:
    Jan 4, 2010
    Messages:
    2,096
    Likes Received:
    70
    Trophy Points:
    58
    Gender:
    Female
    Occupation:
    housewife,Islam-spreader
    Location:
    Italy
    Ratings Received:
    +169 / 4
    hai ragione,meglio tenere le bocche cucite.ma non possiamo vivere come dei latitanti nel nostro Paese.ho letto il questionario sul censimento che va compilato per scopi informativi,ma ad essere onesta mi aspettavo una domanda del tipo<che tipo di religione professi?>,invece ho trovato domande non coerenti con l'interesse dei comuni,come ad esempio<Hai difficoltà a concentrarti?>che domanda è per un censimento??mi sembra un terzo grado atto a spulciare la vita privata dei cittadini.per cui è vero,se già lo Stato ha investito tanti soldi per fare il censimento e guadagnare circa 10 euro a persona per ogni questionario,chissà cosa farà ancora,quando le sue casse si svuoteranno.l'Islam in Italia,secondo me non ha sbocchi perchè nessuno lo accetta.tutti lo temono ed è difficile emergere quando ti trovi in un enorme "mare" di finta gentilezza e senso dell'accoglienza,perchè per quanto si dica che ognuno è libero di professare liberamente la propria religione,non è proprio così.se tutti i lavoratori musulmani in Italia pregassero sul luogo di lavoro durante il turno,lo sai quanti licenziamenti?oppure visto che l'Italia ha poche moschee,chissà cosa succederebbe se i musulmani di qua pregassero per strada,visto che la legge permette di professare dove e come la propria religione,di diffonderla...io lo so che ci vorrebbe un miracolo per vedere quello che solamente immagino e spero da tanto.

Share This Page