Le caratteristiche dei credenti che li rendono diversi dai miscredenti

Discussion in 'Articoli Vari' started by Ismail Albani, Jun 8, 2009.

  1. Ismail Albani
    Offline

    Ismail Albani Tasfiyah wa Tarbiyah

    Joined:
    Oct 3, 2007
    Messages:
    450
    Likes Received:
    42
    Trophy Points:
    38
    Gender:
    Male
    Ratings Received:
    +43 / 0
    Le caratteristiche dei credenti che li rendono diversi dai miscredenti

    Al-'Allamah 'Abdur-Rahman ibn Nasir As-Sa'di
    Dal libro: Domande e Risposte essenziali sulla Fede (p.58-63)

    [In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso ]

    Quali sono le caratteristiche che rendono i credenti diversi dai miscredenti?

    Questa è davvero una grande domanda. Conoscendo la differenza tra i credenti e le altre persone, la differenza tra la Verità e la falsità diventa nettamente chiara, così come la differenza tra la gente della felicità eterna e la gente della miseria eterna.

    Sappiate che il vero credente è colui che crede in Allah e in tutti i Suoi Nomi e Attributi che si trovano nel Libro e nella Sunnah, secondo la loro corretta comprensione. Essi devono essere completamente riconosciuti. Inoltre, il credente esalta Allah, Lo dichiara libero da tutto ciò che contraddice la perfezione dei Suoi Nomi e Attributi. Così, il suo cuore è colmo di Fede (Iman), conoscenza, convinzione, serenità, e diventa totalmente interessato in Allah.

    Il credente si pente solo con Allah, eseguendo gli atti di culto per Lui, atti che ha legiferato con la parola del Suo Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam), con sincerità verso Allah, sperando nella Sua Ricompensa e temendo la Sua Punizione.

    Il credente è grato ad Allah nel suo cuore, con la sua lingua e con le azioni dei suoi arti. Egli è grato per la benedizione di Allah e la grande quantità di bene che Allah gli ha dato, della quale gode tutto il giorno. Il credente è riconoscente e pronuncia frasi per il ricordo di Allah, ed egli non vede nessuna benedizione che sia maggiore di quella che Allah gli ha dato, né un segno di generosità maggiore di quello che è venuto da Allah.

    Il credente schernisce i lussi materiali di questa vita terrena, poiché egli è concentrato sul piacere di pentirsi ad Allah, e voltandosi completamente solo verso di Lui. Con questo, egli prende un'ampia parte dei piaceri terreni e gode di loro, ma non come fanno i miscredenti o coloro che sono sbadati. Egli li usa in un modo che lo aiuti a stabilire i diritti di Allah e i diritti dei Suoi servi.

    Si soddisfa in questo modo, sperando nella ricompensa di Allah, il credente compie i suoi desideri, il suo cuore riposa in pace e trova tranquillità. Egli non si rattrista se vive situazioni spiacevoli. Con questo, Allah ha combinato per lui la felicità di questa vita terrena e la felicità dell'altra vita.

    Per quanto riguarda il miscredente sbadato, la sua situazione non è così. Egli nega la presenza e la perfezione del suo Grande Signore, che è stabilita sia attraverso le prove intellettuali che testuali (divine), nonché i fatti e le scoperte scientifiche. Egli non dà alcuna importanza a queste cose.

    Dal momento che taglia se stesso da Allah, non riconoscendoLo e non adorandoLo, il miscredente attacca se stesso alle cose trovate nella natura e le adora. Così, il suo cuore diventa simile al cuore degli animali da pascolo.

    Il miscredente si interessa solo ad ottenere e a godere delle cose materiali. Il suo cuore è sempre in uno stato di agitazione, con la paura di poter perdere le cose che ama, impaurito dal fatto che questioni che non ama lo possano raggiungere. Egli non ha l'Iman, che rende facile l'affronto delle cose difficili ed alleggerisce il peso delle calamità.

    Il miscredente è stato privato dalla gioia dell'Iman, la dolcezza dell'avvicinarsi ad Allah ed i frutti dell'Iman in questa vita e nella successiva.

    Il miscredente non spera nella ricompensa di Allah, né teme qualche punizione. La sua unica speranza e paura è collegata ai bisogni dei suoi desideri bassi e materialistici di questo mondo.

    Dalle caratteristiche del credente è l'umiltà al momento della presentazione alla Verità, e l'umiltà quando tratta gli altri. Egli è sincero con i servi di Allah non importa quale sia il loro status e la loro posizione. Questa sincerità si trova nelle sue dichiarazioni, nelle azioni, e nelle intenzioni.

    Tuttavia, il miscredente ha superbia e disprezza la Verità. Egli disprezza anche le altre persone, pure. Egli si meraviglia di se stesso e non cerca di essere sincero con nessuno.

    Il credente ha un cuore puro che è libero dall’inganno, il rancore e l’invidia. Ama per i musulmani ciò che ama per se stesso, e odia per quelli ciò che odia per se stesso. Egli si dedica a lavorare nei loro migliori interessi. Egli porta il carico del danno che gli hanno causato loro, e non li opprime in alcun modo.

    Il cuore del miscredente bolle dal rancore e l'invidia. Egli non vuole alcun bene o beneficio per nessun altro, a meno che non ci sia un certo obiettivo mondano in esso per se stesso. A lui non dispiace opprimere gli altri, quando è in grado, mentre è il più debole di loro nel sopportare i danni che potrebbero raggiungerlo da loro.

    Il credente ha una lingua sincera ed interagisce con le persone in un buono modo. Egli è mite, calmo, pacifico, misericordioso, paziente e affidabile. Egli si conforma con le persone ed è un buon accogliente per i suoi ospiti.

    Il miscredente è avventato, ruvido e pieno di preoccupazioni e sgomento. Egli mente e non è affidabile. Egli è litigioso con un temperamento aggressivo.

    Il credente non si dedica completamente a diversi da Allah. Sia il suo cuore che il viso sono stati salvaguardati contro la sottomissione e la dedicazione completamente a diversi dal loro Signore. Egli è virtuoso, forte, coraggioso e generoso. Egli è onesto e sceglie ciò che è buono.

    Il miscredente è sull'opposto di ciò. Il suo cuore è collegato agli esseri creati. Egli teme il loro danno e spera di trarre giovamento da loro, impiegando tutte le energie per loro. Egli non è virtuoso, né forte o coraggioso, a meno che per realizzare i suoi motivi bassi. Egli non ha onestà e né si preoccupa se ciò che guadagna è puro o sporco.

    Il credente combina la ricerca delle vie che vantaggiano lui e mette la sua fiducia in Allah, contando su Lui, e da Lui cerca aiuto in tutti i suoi affari. Egli ritiene che Allah l'Altissimo lo aiuta.

    Il miscredente non sa niente di tawakkul (la fiducia in Allah), né guarda a diverso dal proprio essere debole e umiliante. Allah gli ha dato capacità di utilizzare solo per giovare suo stesso, e in questo modo li ha reso inutili. Se egli raggiunge alcune cose che ama, si sta conducendo soltanto in una punizione graduale.

    Il credente incontra tutte le benedizioni che gli vengono essendo grato, e le usa per avvantaggiarsi in un senso che causerà più bene nell'avvenire.

    Il miscredente incontra le benedizioni con esuberanza e orgoglio, occupando se stesso con le benedizioni piuttosto che con Colui che gliel'ha date, e quindi non offre alcuna gratitudine. Egli usa le benedizioni per i suoi obiettivi bassi. Con tutta la sua esuberanza, le sue benedizioni si affrettano a separarsi da lui.

    Il credente incontra le calamità con pazienza e conta sulla ricompensa di Allah, sperando che Allah rimuoverà le difficoltà. La bontà e la ricompensa che gli dà Allah al posto della sua perdita è superiore della cosa cara che ha perso o il disagio che ha subito.

    Il miscredente incontra le calamità con costernazione e preoccupazione, e quindi aumenta la sua calamità e sta male sia dall'esterno che all'interno del suo cuore. Egli non ha pazienza e speranza per qualunque ricompensa. Quanta severa è la sua perdita e quanta grande è la sua tristezza!

    Il credente adora Allah avendo fede in tutti i Messaggeri. Egli li onora e li ama di più di quanto possa amare il resto di tutta la creazione. Egli riconosce che tutte le bontà che raggiunge la creazione fino al Giorno dello Stare è solo il risultato del loro lavoro e la loro guida. Egli sa che ogni male che li raggiunge è un risultato della loro opposizione ai Messaggeri. Egli inoltre sa che essi sono i più grandi di tutta la creazione, in termini della bontà che spargono, in particolare il loro Imam e il sigillo finale, Muhammad (sallAllahu 'alayhi wa sallam), quello che Allah ha fatto come una misericordia per tutte le creazioni e l'ha inviato con ogni tipo di giustizia, per correggere e guidare il popolo.

    I miscredenti criminali sono sull'opposto di questo. Essi santificano i nemici dei Messaggeri e onorano le loro dichiarazioni. Essi deridono ciò che è venuto con i Messaggeri, proprio come i loro predecessori hanno fatto. Questa è la più grande prova dell'assurdità dei loro intelletti e l'estrema piccolezza dei loro modi.

    Il credente adora Allah amando i Compagni (Sahabah) e gli Imam dei musulmani, gli Imam della guida.

    Il miscredente è al contrario di quello.

    Il credente compie azioni per amor di Allah e si comporta bene con i servi di Allah, dovuto alla sua sincerità completa verso Allah.

    Il miscredente lavora solo per raggiungere i suoi propri obiettivi bassi.

    Il petto del credente è ampio, pieno di conoscenza vantaggiosa, di Fede sana, rivolgendosi ad Allah, ricordando Lui, essendo gentile verso gli altri. Il suo petto è privo di caratteristiche basse.

    Il miscredente è disattento e sul contrario di ciò, dal momento che egli non ha adottato alcuna misura per espandere il petto in questo modo.

    [Ed Allah conosce meglio.]


    Preso da: bakkah.net

Share This Page