Dua'a collettivo dopo le preghiere obbligatorie

Discussion in 'Fiqh - Giurisprudenza Islamica' started by AlbaneeMuslimah, Feb 10, 2008.

  1. AlbaneeMuslimah
    Offline

    AlbaneeMuslimah Junior Member

    Joined:
    Jan 22, 2007
    Messages:
    73
    Likes Received:
    1
    Trophy Points:
    18
    Gender:
    Female
    Location:
    Italy
    Home page:
    Ratings Received:
    +1 / 0
    Dua'a collettivo dopo le preghiere obbligatorie

    Allamah Abdul-Jalil Samrodi


    Riferimento: "La sentenza islamica sulla pratica del dua'a collettivo dopo le cinque preghiere obbligatorie alla luce della Shari'a". Il trattato è in urdu, ed è autore Sheikh Abdul-Haq Salafi, studente di Allamah Abdul-Jalil Samrodi. Questo estratto può essere trovato a pagina 22.

    Categoria:
    Preghiera


    Qual è la sentenza islamica sul dua'a collettivo dopo le preghiere obbligatorie, come è praticato nelle moschee dagli Imam e dai musulmani comuni di oggi?

    Io, l'insignificante e povero schiavo di Allah, Abu Abdul-Kabir Muhammad Abdul-Jalil Samrodi affermo:

    Si deve sapere che la supplica (dua'a) collettivo che viene praticata dopo le preghiere obbligatorie, ad alta voce [o silenziosamente], dagli Imam della moschea insieme con i fedeli che ripetutamente rispondono con" Amin! Amin! "ad alta voce non è stata [Islamicamente] legiferata nel Corano o nella Sunna.

    Purtroppo, se un imam di una moschea non offre la supplica collettiva nel modo descritto, allora la gente comune diventano diffidenti su di lui. Pertanto, questa pratica è diventata così comune che è ora, erroneamente, creduto di essere una parte della preghiera obbligatoria!

    Dopo le preghiere obbligatorie, la gente comune attende per alzare le loro mani e supplicare in congregazione. Può essere comunemente osservato che fino a quando l'Imam non solleva le mani, non c'è una singola persona dalla congregazione che alzi per conto suo le mani e supplichi Allah, questo è esattamente quello che viene definito dall'Islam come innovazione o un Bida'.


    Con questo, l'intento non è che se un individuo intende sollevare le sue mani [talvolta] e a supplicare Allah dopo la preghiera collettiva, [dopo la recitazione delle suppliche prescritte e del dhikr narrati nella Sunna] e successivamente, la sua azione dovrebbe essere considerata un innovazione nell'Islam. Piuttosto, dico assolutamente no! Alzare le mani dopo la preghiera obbligatoria individualmente e supplicare Allah è stato raccontato nei libri della Sunna. Faccio riferimento ad Amalul-Yawm wal-Lailah di Imam Abu Bakr As-Sunni ed agli altri.

    Inoltre alla fine del secondo volume di Mizanul-Itidal di Imam adh-Dhahabi troverete una risposta [che è rilevante] per una questione che è stata indirizzata al Imam Sayid Nadir Ad-Dehlawi Husain, che ha dato una fatwa sulla leggittimità di elevare le mani dopo la preghiera obbligatoria [individualmente, e di tanto in tanto] L'intento di questa fatwa non è stato di dare il permesso alla massa a fare dua'a congregazionale ed alzare le mani tutti insieme in una sola volta.

    Un altro punto da tenere in mente in relazione al dua'a congregazione, è che coloro Imam che praticano dua'a collettiva, imitano molte suppliche senza sapere o contemplare il loro significato, ma solo costantemente le ripetono! È diventata una consuetudine che è in contrasto con la Sunnah.

    È il diritto di ogni singolo musulmano che, dopo la preghiera collettiva, se egli desidera sollevare le mani e supplicare Allah, allora egli è autorizzato a farlo.
    Nessuno gli impedisce di fare ciò. Allo stesso tempo, non è stato narrato dai primi studiosi del Hadith che il sollevamento delle mani sia un obbligo e una necessità, quando si supplica ad Allah individualmente dopo la preghiera obbligatoria.

    E Allah ne sa meglio.

    Terzo di Rajab 1386 AH

    -----------------------------
    Note:

    [1] Nota del traduttore: Egli è stato l'imam della Ahlus Sunnah wal-Jama` aah di Gujrat, (India), del suo tempo, Abdul-Jalil bin Allamah Abi Saa `daat Ali Ahmed Samrodi. Nacque nel 1308 AH/1887 CE presso il villaggio di Samrod, diciotto chilometri dalle principali città noto come Surat, nello stato di Gujrat, in India. AH nel 1322 all'età di dodici, Allamah Abdul-Jalil Samrodi lasciò il suo villaggio alla ricerca della conoscenza e arrivò a Delhi. Si iscrive all' istituto di Imam Husain Dehlawi Sayid Nadhir (d.1320 AH/1902 CE), e dopo un breve periodo di tempo Allamah Abdul-Jalil proseguì i suoi studi con Allamah Abu Muhammad Abdul-Wahaab Sadri, che è stato il principale insegnante del sheikh, e dal quale Sheikh Abdul-Jalil ha imparato molte diverse scienze dell' Islam e si laureò in Ijaazah del Hadith ed Aqidah. Sheikh Abdul-Jalil è autore di più di cinquanta libri in arabo e settanta-cinque in urdu e gujarati. Il suo famoso libro, 'Itiqadul-Akaabir tassa Ijraa-As-Sifaat alaa Dhawaahir », in arabo, parla sul credo dei pii predecessori. Aveva molti studenti provenienti da tutto il mondo, il più famoso e vecchio studente era 'Allamah Ahmed Dehlawi (d.1375 AH), il rettore del Darul-Hadith in Al-Madinah, (Arabia Saudita), che ha studiato dall'Imam per i Libri della Sunnah e, in particolare, i libri dei Salaf sull' Aqidah come Kitabut-Tawhid di Imam Ibn Khuzaimah per oltre un decennio al suo villaggio in Samrod prima di migrare a Madinah. Nell'anno 1393 AH, corrispondente a sabato 16 settembre 1972 all'età di ottanta cinque anni-Sheikh Abdul Jalil è morto nel suo villaggio, Samrod. Si riferisce all'introduzione del suo più famoso libro 'Lo sbocciare del traslucido fiore dei giardini dei credenti pii» in arabo, dove c'è la smentita alle sette di Deobandî e Barailwi basata sulla Giurisprudenza Hanafîta, pagine 11-13.


    [2] Nota del traduttore: Un libro di suppliche che contiene dhikr e suppliche dal Corano e dalla Sunna compilato dall'Imam Abu Bakr As-Sunni (d.364 AH) si riferiscono alla nota tre per la sua breve biografia.


    [3] Nota del tradutore: Egli è l'Imam Al-Haafidh Ath-Thiqqah Abu Bakr Ahmed bin Muhammad bin Ishaaq Bin Ibrahim Al-Asbaat bin Hashimi Al-Jafiri Ad-Dainori, notoriamente conosciuto come Ibnus-sunni. Nacque intorno al 280 AH. Ha viaggiato in diverse terre a cercare la conoscenza. Tra i suoi sceicchi sono stati: 1.Abu Khalifa Al-Jamhi, che è ritenuto tra i suoi principali insegnanti e sceicchi. 2. Abu Abdur-Rahmãn An-Nisa`i, 3.Abul-Baghawi Al-Qasim, e molti altri. Ibnus-sunni ha scritto molti libri tra cui: Amalul-Yawm wal-Lailah che è un libro di ricordi e di suppliche dal Corano e dalla Sunna, Kitaabu-Fadaail-A`maal, As-Siratul-Al-Mustaqim. Il nipote di Imam Abu Bakr As-sunni narra dell'autorità di suo zio Ali bin Ahmed bin Muhammad bin Ishaaq che: "Mio nonno stava scrivendo Ahadith, ha poi messo la sua penna ad inchiostro all'interno del tubo del calamaio, ha sollevato le sue mani e supplicato Allah, e poi ha proseguito ". Morì a fine anno 364 AH. Fare riferimento a Siyar Aalaamun-An-Nubalaa (16/255), e anche Tadhkiratul-Huffaadh (3 / 939), entrambe dall' Imam Adh-Dhahabi.


    O Allah! Tu sei il mio Dio, il Dio di Ibrahim, Ishaaq, Yaaqub, e il Dio di Jibril, Mikaa`il, Israafil, possa la pace di Allah sia con tutti loro, chiedo a Te e cerco da Te accettazione della mia supplica per davvero sono debole, salvaguardami nella mia religione per davvero io sono afflitto, e di elargire su di me la Tua misericordia, infatti ho peccato, e di eliminare da me la povertà, in realtà, io sono povero, tranne che per esso sia un diritto di Allah [di beneficenza e Sua grazia], il più Glorificato e Potente che egli [il servo] non torni con le sue due mani con delusione vale a dire che la sua supplica fosse senza risposta. "


    Fare riferimento a Ibnus-sunni nel Amalul-Yawm wal-Lailah, Capitolo 30: Per quanto riguarda ciò che si deve dire dopo il completamento della preghiera del mattino, narrazione numero: 139, pagina 193, a cura e controllati da Al-Sheikh Salim Hilali, conosciuto come: Ujaalautur-Ar-Raagib-Al-Mutamani tassa Takhriji Kitaabi Amalul-Yawm wal-Lailah li-Ibnnis-sunni, Stampato da Darul-Ibn Hazm, Beirut, Libano, Prima edizione 1422 AH/2001. Sheikh Al-Salim Hilali ha detto il seguente: 'La catena di questa narrazione è estremamente debole a causa dei seguenti difetti:

    (I) Il narratore Khasif Al-Jazari, egli è Daif (debole), e non ha da raccontare Malik bin Anas.
    (Ii) Il narratore bin Abdul-Aziz Abdur-Rahman Al-Qurshi, è Matruk (abbandonata), come Imam Ahmed bin Hanbal lo hanno accusato di mentire quando narrante.
    (Iii) Il narratore Ishaaq Al-Baalasi è Munkirul-Hadith (narratore di un Hadith sconosciuto), come citato da Ibn Adi.

    Definizione di un al-Hadithul-al-Munkar ( Hadith sconosciuto): Imam Ibn al-Salah al-Shahrazuri (d.643 AH) recita in 'Una Introduzione alla scienza dei Hadith », pagina 59, categoria 14, Hadith sconosciuto, Per l'autorità di Abu Bakr Ahmad b. Harun al-Bardiji (d.301 AH): che un Hadith sconosciuto : è quella che un singolo uomo è solo nel trasmettere, mentre il suo testo non è conosciuto da tutti tranne che da lui, e non dalla linea di trasmissione ha dato qualsiasi altro. Tradotto in inglese dal Dr Eerik Dickinson, il professor Munir Recensito da Farid, Granato Publishing, 2006, Il Centro per Contributo alla civiltà musulmana. In conclusione questa narrazione è debole e non può essere utilizzato come prova specifica per sollevare le mani dopo la preghiera collettiva.


    [5] nota del traduttore: Un libro di biografie [asma` ul-rijal] dei narratori che si occupano di Hadith con i rami della scienza del Hadith conosciuta come [al-jarh wa al-ta`dil], cancellatura di probità e affermazione di probità.

    Ulteriori benefici per quanto riguarda le note a sollevare le mani dopo la preghiera congregazione compilato dal traduttore:

    L'estate scorsa, ho visitato Samrod, il villaggio di Allamah Abdul-Jalil Samrodi, rahimahullah, e mi son incontrato con Sheikh Kaka, hafidhahullâh, di 97 anni, che, come un adolescente, si è accompagnato ad Allamah Abdul-Jalil Samrodi, rahimahullah, in molti dei suoi dibattiti con le persone del Bidah e con i suoi viaggi nella chiamata alla Sunnah.

    Gli ho chiesto sulla questione del sollevare le mani dopo le preghiere obbligatorie e come Allamah Abdul-Jalil Samrodi, rahimahullah, ha reagito quando ha visto se qualcuno ha sollevato le sue mani invece di pronunciare le prescritte suppliche e ricordi narrati nella Sunnah? Egli ha risposto che lo sceicco si sarebbe arrabbiato e avrebbe consigliato che la persona fosse rinviata fino a che applicasse le prescritte suppliche e ricordi. Sheikh Kaka ha detto che Allamah Abdul-Jalil, rahimahullah, una volta ha corretto lui, quando ha sollevato le sue mani e gli ha spiegato che si tratta della Sunnah a recitare le prescritte suppliche e ricordi e poi alzare le mani e supplicare se desidera farlo di tanto in tanto .

    Alhamdulillah, questo rende evidente che la posizione di Allamah Abdul-Jalil, rahimahullah, è stata di dare la preferenza alla Sunnah prestabilita, e ha messo l'accento sulla questione, come è noto dai suoi libri. [Fare riferimento a Allamah Abdul-Jalil "Descrizione della Preghiera Profeta", a pagina 49-51. Stampato da Madrasa Muhammadiyah, 49-A, Primo Piano, Memon Waarah Road, Bombay, in India, la prima edizione, Dicembre, 1990.]


    La gente della sapienza hanno detto la seguente per quanto riguarda il sollevamento delle mani individualmente dopo le preghiere obbligatorie:

    (I) Uno non deve supplicare immediatamente dopo la fine della preghiera obbligatoria, ma si devono recitare le prescritte suppliche e ricordi narrati nella Sunnah, e poi alzare le mani e supplicare ad Allah, l'Altissimo, se si vuole farlo.

    (Ii) Uno non deve farlo su base regolare, le prove per questo possono essere trovati in una narrazione segnalati da Abdullah bin Abbas, che Allah sia compiaciuto con lui, nella narrazione di Sahih Bukhari, libro di Adhaan, capitolo: 155, Hadith No: 842, in cui egli ha detto: vorrei riconoscere il completamento della preghiera del Profeta sentendo il Takbir, e Muslim n.: 120, come spiegato da Allamah Nawab Hasan Siddiq Khan, rahimahullah, (1248 AH AH-1307), nella suo Fatãwaa noto come Al-Dalilut-Taalib Alaa Arjaah Al-Mataalib, a pagina 525.

    (Iii) La modalità prescritta per quanto riguarda il supplicare è sollevare le mani, a meno che non vi è un testo che può essere trovato nella Sunnah che indica che in questo caso il Messaggero di Allah, possa la lode di Allah e la pace scendere su di lui, non l'ha fatto. Per esempio: il sollevare le mani non è stabilito nella Sunnah quando uno supplica ad Allah, prima di entrare e uscire dalla toilette. Inoltre, le suppliche e i ricordi che sono pronunciate dopo le preghiere obbligatorie devono essere fatte senza sollevare le mani, in quanto questo è il modo che è stato raccontato nella Sunnah. [TN]

    I suddetti punti di vantaggio mi sono state dettate dal mio sceicco Yusuf Al-Muhammadi, docente di Principi della Giurisprudenza Islamica presso l'istituto Studi islamici secondari, Università islamica di Madinah.1428 AH.


    Concludo con il grande e ottimo principio che Allamah Nawab Hasan Siddiq Khan, rahimahullah ha menzionato per quanto riguarda il sollevare le mani quando si supplica ad Allah, l'Altissimo:

    Allamah Nawaab Hasan Siddiq Khan, rahimahullah, (1248-1307) afferma:
    'Per quanto riguarda il sollevamento delle mani, senza dubbio è stato stabilito sia dalla dichiarazione ed azione del Messaggero di Allah, pace e benedizione di Allah su di lui. Non è stato limitato alla preghiera obbligatoria da negazione o affermazione. Pertanto, la genericità delle prove comprende la preghiera obbligatoria, a meno che non ci si ferma al suono delle prove che condivide specificando questa generalità.

    Fare riferimento a: Dalilut-At-Taalib Alaa Arjaah Al-Mataalib, a pagina 521, Fatãwaa di Allamah Nawab Hasan Siddiq Khan, Stampato da Markaz Al-Allamah Abdul-Aziz bin Baaz, di Studi islamici, in India, la prima edizione 1422 AH.



    http://www.madeenah.com/
  2. um muhammad al-mahdi
    sunnah
    Offline

    um muhammad al-mahdi لا اله الا الله محمد رسول الله Staff Member

    Joined:
    May 17, 2007
    Messages:
    3,425
    Likes Received:
    345
    Trophy Points:
    93
    Gender:
    Female
    Location:
    England
    Home page:
    Ratings Received:
    +537 / 3
    :salam2:

    :jazaak: sorella, avevo dei dubbi al riguardo.

Share This Page