I vantaggi delle prove dei credenti

Discussion in 'Articoli Vari' started by Ismail Albani, Sep 14, 2009.

  1. Ismail Albani
    Offline

    Ismail Albani Tasfiyah wa Tarbiyah

    Joined:
    Oct 3, 2007
    Messages:
    450
    Likes Received:
    42
    Trophy Points:
    38
    Gender:
    Male
    Ratings Received:
    +43 / 0
    I vantaggi delle prove dei credenti

    Da: Kitab Fatawa Islamiyyah (1/83) di Shaykh Ibn 'Uthaymin



    Domanda: Perché Allah carica i credenti che fanno molti atti di culto con la malattia e le altre prove, quando i peccatori stanno godendo tutte le buone cose della vita?

    Risposta: Questa domanda potrebbe essere chiesta in due maniere, sia come un'obiezione o come una ricerca di comprensione. Se è chiesta come un'obiezione, allora è un'indicazione dell'ignoranza dell'interrogante. Poiché la saggezza di Allah è troppo grande affinché le nostre menti la comprendano. Allah dice:

    "Ti interrogheranno (o Muhammad) a proposito dello Spirito. Rispondi: “Lo Spirito procede dall'ordine del mio Signore e non avete ricevuto che ben poca scienza [a riguardo]".
    [Al Isrâ' 17:85]

    Questo spirito è qualcosa che è dentro noi ed è l'essenza stessa della nostra vita, ma non lo conosciamo. I filosofi e i pensatori non sono in grado di definirlo e descriverlo. Se non siamo in grado di sapere qualcosa su questo spirito, che è la cosa più vicina a noi nella creazione, oltre a ciò che è stato descritto nel Corano e la Sunnah, allora che cosa pensiate delle altre questioni oltre ciò? Allah è il più Saggio, il più Grande, il più Maestoso e il più Potente, e noi dobbiamo sottomettersi al decreto e alla volontà di Lui con sottomissione completa, perché non siamo in grado di comprendere gli obiettivi finali della Sua saggezza. In base a ciò, la risposta alla domanda è che dovremmo dire: Allah conosce meglio ed Egli è il più Saggio, il più Potente e il più Grande.

    Se la domanda è fatta come una ricerca di comprensione, allora diciamo a questo interrogante: il credente è sottoposto a prove, e le sue prove da Allah per mezzo di cose che lo possono danneggiare o ferire, gli porta due grandi vantaggi. Il primo vantaggio è che Allah prova quest'uomo per quanto riguarda la sua fede, per vedere se la sua fede è sincera o traballante. Il credente, la cui fede è sincera, accetterà pazientemente la volontà ed il decreto di Allah, e cercherà ricompensa da Lui. In questo caso la questione diventa sopportabile per lui. È stato narrato che una delle donne adoratori di Allah ha subito un taglio o ferita nel suo dito, ma non s'è lamentata del dolore o non ha mostrato alcun segno di preoccupazione. Le è stato chiesto in merito e ha detto: "La dolcezza della ricompensa per questo mi fa dimenticare l'amarezza di sopportare essa". Il credente cerca la ricompensa da Allah e si sottomette a Lui completamente. Questo è un vantaggio.

    Per quanto riguarda il secondo vantaggio, Allah altamente loda coloro che sono pazienti e dice che Egli è con loro e che Egli darà loro ricompensa senza misura. La pazienza è un elevato status che può essere raggiunta solo da coloro che sono testati con le cose che sopportano pazientemente. Se li sopporta con pazienza, ottiene quest'alto stato che porta grande ricompensa. Così, quando Allah prova i credenti con le cose che le danneggiano, ciò è perché essi possano raggiungere lo status di coloro che sono pazienti. Pertanto, il Messaggero (sallAllahu 'alayhi wa sallam), che è stato il più grande di tutte le persone nella fede, nella devozione e nel timore di Allah, ha sofferto due volte il dolore di un uomo comune, quando si è ammalato. Ed egli (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha sofferto molto al momento del decesso, in modo che egli possa raggiungere completamente lo status di colui che è paziente, perché lui è stato il più paziente di coloro che sono pazienti. Pertanto, la saggezza di Allah dietro alle prove del credente con tali calamità diventa chiara.

    Per quanto riguarda la buona salute ed il provvedimento abbondante che Allah dà ai peccatori, ai malvagi, agli immorali e ai miscredenti, questo è al fine di entusiasmarli
    (con il loro peccato, e poi per punirli severamente in seguito). È stato narrato che il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha detto:

    "Questo mondo è una prigione per il credente e un paradiso per il miscredente".

    A loro sono date queste buone cose in modo che possano ottenere le loro buone cose più presto, in questo mondo, e nel Giorno della Resurrezione avranno ciò che meritano dalla punizione. Allah dice:

    "Nel Giorno in cui i miscredenti saranno condotti al Fuoco, [sarà detto loro]: “Avete dissipato i vostri beni nella vita terrena e ne avete goduto. Oggi siete compensati con un castigo avvilente, per l'orgoglio che, senza alcun diritto, manifestavate sulla terra e per la vostra perversione" [Al-'Ahqâf 46:20]

    Il punto è che questo mondo è per i miscredenti di entusiasmarsi in esso, poi, quando si muoveranno verso il futuro e lasceranno la vita di questo mondo in cui hanno trovato il piacere, incontreranno tormento - cerchiamo rifugio in Allah. La punizione sarà così molto più dura per loro perché soffriranno molto, e perché allo stesso tempo avranno perso le gioie e le lussurie di questo mondo che amavano tanto.

    Vi è un terzo vantaggio che potremmo aggiungere alle prime due, che il credente ottiene dalla malattia e i problemi. Il credente si muoverà verso un regno che è migliore di questo mondo, dato che si muoverà da qualcosa che lo danneggia e gli causa dolore verso qualcosa che gli porta la felicità e la gioia. Così la sua gioia al piacere a cui è venuto sarà moltiplicata, perché ha raggiunto la gioia, ed il dolore e le difficoltà che affrontava cesseranno.

Share This Page